Come diventare web-coso freelance e lavorare come nomade digitale

Dimmi la verità, ti piacerebbe poter viaggiare il mondo e poter fare un lavoro che ti renda autonomo e qualche bella soddisfazione? Bene, comincia a studiare fin da adesso, perché web designer non ci si improvvisa, però dopo che avrai conquistato i tuoi primi clienti, magari proprio all’estero, potrai decidere di partire portandoti il tuo laptop e la tua chiavetta per connetterti ad internet e via!

Ricordati solo di non stare troppo in Italia, altrimenti vale la regola di pagare le tasse in Italia, cosa che attualmente è ancora poco conveniente, al contrario del Regno Unito, dove prima di aprire una vera e propria attività con partita iva devi superare le 75,000 sterline, mentre qua dopo i 5.000 euro sei già un “imprenditore”!

Beh, non posso far altro allora che raccomandarti la lettura del mio ebook: “Come diventare web-coso – Guida per diventare freelance da autodidatta” che puoi trovare su

Lulu in versione pdf o su

Amazon Kindle Store

Fammi poi sapere se l’hai trovato utile, lasciando un tuo commento sullo store dove lo acquisterai!

Grazie! E buon viaggio!

Lauryn

webdesigner e grafica dal 2003, madre di una piccola nata nel 2012, felicemente sposata con un metal-informatico, sempre alla ricerca di belle cose. Profondamente delusa dall’Italia, cerco di crearmi un cantuccio felice, ma sogniamo Edimburgo come seconda casa ^_^

10 pensieri riguardo “Come diventare web-coso freelance e lavorare come nomade digitale

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: