Ma povera Italia…

Ma che cavolo, in sti giorni leggere i giornali è solo una tristezza unica, a causa degli eventi naturali, disastri automobilistici causati da negligenza umana, razzismo organizzato, ignoranza dilagante, ma boh…ma che succede? Ma siamo sempre stati così?

Facciamo tanto gli stronzi con le persone che vengono a cercare fortuna o solo un rifugio, magari temporaneo, alla guerra e alla disperazione, e poi pretendiamo che veniamo accolti a braccia aperte negli altri paesi del mondo e cominciamo ad insultare anche il paese che ci ospita…non abbiamo più equilibrio, siamo tutti pronti a lamentarci, sempre lì ad avere paura, sembriamo tanti Don Abbondio che si nascondono nella propria chiesetta che ci casca addosso a causa del terremoto. Neanche la natura ci dà scampo, e non facciamo niente per migliorare e mettere in sicurezza case e palazzi finché non arriva una scossa ancora più spaventosa…

Sono tante le cose che mi fanno riflettere in questo periodo, e tante anche personali che a confronto non sono niente, però, e un però ce lo metto…noi cerchiamo di essere leali e gentili con chi ci circonda, empatici aprendo il cuore al mondo, e seppure con preoccupazione, andiamo avanti senza odio e cerco di circondarmi di persone che la pensano come me.

Cara Italia, ma che ti stiamo facendo?

ps foto del Ticino di quest’estate

Lauryn

webdesigner e grafica dal 2003, madre di una piccola nata nel 2012, felicemente sposata con un metal-informatico, sempre alla ricerca di belle cose. Profondamente delusa dall'Italia, cerco di crearmi un cantuccio felice, ma sogniamo Edimburgo come seconda casa ^_^

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: