Perchè un sito in inglese?

Perchè un sito in inglese?

Perché no? Anzi, sono in ritardo. Molti colleghi aprono direttamente il sito in inglese per attirare clientela da tutto il mondo, e quella italiana solo marginalmente.
Perché sì? Perché i clienti stranieri hanno più rispetto per il lavoro del web-coso, perché pagano anticipi e saldi senza giocare sempre al ribasso, e soprattutto li pagano. Se non hanno disponibilità economica per chiedere un servizio web, non ti contattano proprio o rimandano ad altro momento, non come l’italiano che ti contatta, poi si fa il lavoro e poi si parla di soldi, se ci sono.
I discorsi del ministro Lorenzin di questi giorni ci fanno rabbrividire. Ma davvero il lavoro del web-coso e della comunicazione visuale in generale è considerata alla stregua del “mio cuginetto di due anni sa disegnare i palloncini blu con il sorriso”?
Al di là di questo, i MIEI clienti, italiani o no, sono corretti e rispettosi, ma perché non ampliare la propria cerchia visto che ho già alcuni clienti italo-britannici che cominciano ad arricchire il mio portfolio? Ed ecco il trampolino di lancio. C’è molto lavoro da fare dal lato comunicativo e seo, ma intanto partiamo.
Mi fate un in bocca al lupo?
Thanks
Lauryn

www.laurynwebdesign.co.uk

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: