“Sii il cambiameno che vorresti vedere nel mondo” – Gandhi

E’ con queste parole che sto affrondando filosoficamente la vita da qualche settimana a questa parte. Un minipercorso spirituale che già conosco ma che voglio riportare a nuova linfa affrontando la vita sempre con ottimismo e con un “Dio vede e provvede” che non è leggerezza intesa come superficialità ma come fluire di positivi intenti. E’ difficile arrivare a fine mese, ma abbiamo dei nonni che non ci lasciano in difficoltà, e non dovranno più aiutarci molto presto, perché le cose cambieranno.

Non so come, non so quando, ma succederà. Di certo guardare alla situazione politica in un giorno come oggi non fa certo bene, ma chi ha detto che sarà qui? E al contrario chi ha detto che non sarà qui che troveremo un giusto equilibrio? Non posso mettermi ad odiare Milano che è stata la mia casa per così tanti anni solo perché ora non mi dà quello che invece ad altri ha dato: un lavoro per mio marito e collaborazioni stabili per me come freelance. Non posso e non devo lamentarmi, perché sono davvero fortunata. Certo la metropoli comincia a stare un po’ stretta. Anzi, lo è stata da subito, dal trasferimento da San Colombano al Lambro, ma ci ho convissuto, e in fondo ho trovato il mio equilibrio in una zona che ha tutto a portata di mano ed è immersa nel verde e piena di persone cortesi e gentili.

Edimburgo è città amata per molti motivi, non posso sapere fin da ora se sarebbe bello viverci o meno, possono solo dirmelo gli italiani che si sono trasferiti o che si stanno trasferendo lì per cercare lavoro. Nel frattempo spero di poterci tornare con uno dei voli low cost, c’è sempre la Easyjet che salva noi amanti di Edimburgo!

Certo, il tempo passa, e c’è un limite a tutto. Limite che non spero di raggiungere in fondo, accontentarsi di un fisso mensile e mezzo sarebbe già tanto. Se si pensa al futuro, preoccupandosi di mantenerlo il lavoro, e di ottenere poi una pensione che sia degna, è altro discorso. Dare un futuro sereno a mia figlia è altro discorso ancora. Possiamo affrontarli tutti insieme? Intanto vediamo di smuovere le acque…

Voi cosa sperate per il vostro futuro? Mettetelo qui per iscritto senza vergogna, scriverlo aiuta i desideri a realizzarsi, bisogna far sapere al mondo cosa sognate.

Foto by Filippo Bianchi©

loading...

Lauryn

webdesigner e grafica dal 2003, madre di una piccola nata nel 2012, felicemente sposata con un metal-informatico, sempre alla ricerca di belle cose. Profondamente delusa dall’Italia, cerco di crearmi un cantuccio felice, ma sogniamo Edimburgo come seconda casa ^_^

3 pensieri riguardo ““Sii il cambiameno che vorresti vedere nel mondo” – Gandhi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: